Stress-Benessere Azienda

Lo stress è considerato oggi uno dei problemi sociali più gravi, cui va data una adeguata risposta sia a livello di cura che di prevenzione. Studi sperimentali hanno dimostrato il collegamento stretto tra condizioni alterate di stress e livelli biologici profondi, che giocano un ruolo importante in diverse malattie. Lo stress è inoltre causa diretta di patologie: ansia, attacchi di panico, insonnia, difficoltà di concentrazione e di decisione, pensieri ripetitivi, irritabilità. Sul piano lavorativo, sono ben noti i costi del burnout, effetto diretto di una situazione di stress prolungato.

Le variabili che caratterizzano il passaggio dallo stress “adattivo” a quello cronico e fonte di disagio sono tanto complesse da richiedere un approccio multidimensionale sia per l’intervento – preventivo o terapeutico – che per l’assessment.

Riguardo a quest’ultimo aspetto, le misure di stress in uso sono prevalentemente di tipo indiretto: cioè tengono conto o degli eventi stressanti o dei sintomi conseguenti allo stato di stress.

Obiettivo di questo volume è presentare una modalità multidimensionale di “misurazione” dello stress che utilizzi sia il questionario self-report (la traduzione e adattamento italiano del test Mesure du Stress Psychologique di Tessier e collaboratori, dell’Università Laval del Quebec), sia una serie di griglie di osservazione per la rilevazione dall’esterno di vari aspetti, fra i quali la respirazione, la postura, il movimento, il tono della voce.

La precisa collocazione del soggetto all’interno di una scala stress-benessere consente di valutare – anche quantitativamente – l’efficacia del trattamento praticato, quale che sia l’ottica teorica a fondamento del trattamento stesso; ma la metodologia presentata, rendendo possibile una rilevazione diretta dello stato dell’organismo anche prima che si arrivi a conseguenze di malattia conclamata, è utile per il lavoro preventivo mirante a ridurre i processi di cronicizzazione dello stress e le loro conseguenze in termini di perdita di benessere personale e sociale.

Il progetto Stress-Benessere Aziende si colloca nel recente filone di studi che prende in considerazione in modo innovativo la complessità del mondo del lavoro, il funzionamento di fondo dei soggetti e delle Aziende. E si colloca, anche, nel filone delle più recenti ricerche che si occupano di incrementare le potenzialità sia delle Aziende che degli individui: intervenendo sui meccanismi oggi sempre più diffusi dello Stress (e del conseguente disagio cognitivo, emotivo, psicofisiologico), e recuperando in pieno le risorse umane (su cui l’Azienda fonda le sue possibilità) a vari livelli.

Oggi è possibile affrontare in modo nuovo e virtuoso il tema del Benessere e dello Stress, così centrale per le Organizzazioni e per la Società in generale, poiché nuove conoscenze scientifiche ne hanno messo in luce i meccanismi profondi, le basi su cui si sviluppa e si cronicizza lo Stress divenendo negativo (di-stress) e gli effetti nocivi che questo ha sulla salute e sui funzionamenti più in particolare di chi lavora e dell’Azienda stessa. La visione integrata della psicologia Funzionale La psicologia integrata Funzionale studia da oltre 15 anni questi processi, attraverso una visione integrata e non frammentata, identificando tutte le componenti psicologiche, neurologiche, endocrine, sensoriali-percettive, fisiologiche di questo fenomeno complesso, e le modalità della loro interazione. Solo così si è potuti arrivare ad una comprensione piena del fenomeno, dei meccanismi di base dello Stress: per cui oggi è possibile finalmente fare valutazioni e misurazioni oggettive e precise dello stato di Stress cronico nei soggetti. E attraverso questa visione e a seguito di una valutazione integrata delle varie componenti dello Stress è possibile anche progettare interventi precisi e mirati sulle radici profonde del disagio.L’Organismo Azienda Il Pensiero Funzionale si caratterizza per la sua capacità di guardare all’interezza e alla multidimensionalità dell’essere umano, con una visione olistica, scientificamente fondata e al contempo fortemente e precisamente operativa. Applicato al mondo del lavoro, si apre la possibilità di ipotizzare che anche l’Azienda, così come un essere umano, possa essere considerata come un vero e proprio organismo vivente, con i suoi meccanismi complessi, con le sue leggi di funzionamento, con la sua vitalità, con la sua capacità di Benessere profondo. L’Azienda non è, dunque, solo strutture, cicli di produzione, prodotti, macchinari; bisogna imparare a vederla anche come un crocevia di emozioni e di sensazioni; uno stratificarsi di vissuti e di vicende, di entusiasmi e di delusioni, di crescita, di creatività, di movimenti. Possiamo pensare all’Azienda come un organismo vivente, possiamo guardarla come un insieme di Funzioni vitali  e di Capacità vitali che la caratterizzano su differenti piani e livelli. Oggi anche l’organismo-Azienda può essere, dunque, valutato in una visione multidimensionale, e nei suoi funzionamenti di fondo, le uniche modalità che assicurino una possibilità di lettura e d’intervento rispondenti alle moderne leggi della complessità, alfine di individuare realmente ciò che può essere ulteriormente migliorato. È possibile, quindi, oggi valutare anche se ci siano condizioni alterate di modalità di lavoro, di organizzazione del lavoro, che possono tendere a produrre Stress. Il pensiero Funzionale applicato all’organismo-Azienda, infine, sviluppa in pieno il concetto nuovo di Benessere: un concetto che può finalmente racchiudere l’interezza del funzionamento, la completezza dello sviluppo. Una concezione in cui il Benessere dell’Azienda non si contrappone al Benessere di chi vi lavora, ma anzi entrambi si rinforzano reciprocamente. Oggi è acclarato che il successo di un’impresa dipende dalla sua capacità di rispondere rapidamente ed efficacemente alle richieste mutevoli del mercato; ed è perciò importante per un’Azienda poter recuperare capacità di Benessere ed efficacia, anche in presenza di una società in rapido sviluppo e con esigenze sempre crescenti, perché la velocità dei processi e la quantità di stimoli provenienti dall’interno dell’organizzazione e dal contesto di riferimento, possono incidere sui delicati equilibri psico-fisici delle persone, generando reazioni negative e sfociando in condizioni di stress cronico altamente improduttive. Occorre, quindi, arrivare pienamente ad una positiva attivazione di tutte le risorse dell’Azienda diretta al conseguimento di obiettivi realistici e concordati, per allontanare ed eliminare il rischio di un graduale esaurimento delle energie, foriero di successivi disagi a tutti i livelli del sistema (micro e macro).

Benessere dell’Azienda, Benessere individuale, Benessere sociale Oggi, con una visione scientifica complessiva (sviluppata in particolare dal Funzionalismo moderno), possiamo prendere in considerazione i funzionamenti di fondo del Mondo del Lavoro e di chi opera nel Mondo del Lavoro, analizzandone, come abbiamo visto, anche i meccanismi dello Stress e del Benessere. Ciò consente interventi mirati, e quindi più efficaci, e per ciò più idonei a restituire Benessere, a costruire livelli qualitativamente più significativi, a produrre successo: innanzitutto al Mondo del Lavoro, e poi, come riflesso importante, anche alla famiglia e al sociale. La presenza di Benessere nell’Azienda e nel Mondo del Lavoro è una qualità che si comunica a tutti i suoi settori, a tutte le sue componenti, a tutti coloro che vi operano a qualsivoglia livello. Il benessere dell’Azienda non è contrapposto al Benessere del suo Personale; anzi, l’uno potenzia l’altro. Il Benessere sul lavoro è un bene comune che produce ulteriore Benessere: a vari livelli nella Società. L’aumento di efficienza e il miglioramento della salute e sicurezza dei lavoratori avrà come indubbie conseguenze  (art. 1 Accordo interconfederale 9 giugno 2008). L’apporto delle nuove conoscenze scientifiche è il tessuto che rende possibile realizzare questo passaggio a nuovi obiettivi e nuove fasi più positive del mondo del lavoro.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...