Ansia da separazione

L’ansia nei bambini riguarda, essenzialmente, il suo sviluppo emozionale e i processi di regolazione e controllo delle emozioni stesse.

C’è, tuttavia, da distinguere l’ansia normale dall’ansia patologica.

Da studi fatti è emerso che, nella maggior parte dei casi, la patologia riscontrata in età adulta origina da vissuti infantili.

L’elemento distintivo del disturbo d’ansia da separazione attiene all’eccessiva ansia che il bambino prova e manifesta, nel momento in cui si separa da un’importante figura di riferimento – di solito la mamma -.

I bambini che soffrono di questo disturbo di solito si comportano normalmente in presenza delle figure di attaccamento e manifestano disagio nel momento del loro allontanamento.

Criteri diagnostici per il Disturbo d’Ansia da Separazione:

Ansia inappropriata ed eccessiva rispetto al livello di sviluppo riguardo alla separazione da casa o da coloro a cui il soggetto è attaccato, come è evidenziato da 3 (o più) dei seguenti elementi:

a) Malessere eccessivo ricorrente quando avviene la separazione da casa o dai principali personaggi di attaccamento o quando essa è anticipata con il pensiero.

b) Persistente ed eccessiva preoccupazione riguardo alla perdita dei principali personaggi di attaccamento o alla possibilità che accada loro qualcosa di dannoso.

c) Persistente ed eccessiva preoccupazione riguardo al fatto che un evento spiacevole e imprevisto comporti separazione dai principali personaggi di attaccamento (per esempio essere smarrito o essere rapito).

d) Persistente riluttanza o rifiuto di andare a scuola o altrove per la paura della separazione.

e) Persistente ed eccessiva paura o riluttanza a stare da solo o senza i principali personaggi di attaccamento in casa oppure senza adulti significativi in altri ambienti.

f) Persistente riluttanza o rifiuto di andare a dormire senza avere vicino uno dei personaggi principali di attaccamento o di dormire fuori casa.

g) Ripetuti incubi sul tema della separazione.

h) Ripetute lamentele di sintomi fisici (per esempio, mal di testa, dolori di stomaco, nausea o vomito) quando avviene o è anticipata con il pensiero la separazione dalle principali figure di attaccamento.

La durata dell’anomalia è di almeno 4 settimane L’esordio è prima dei 18 anni

L’anomalia causa disagio clinicamente significativo o compromissione dell’area sociale, scolastica (lavorativa) o di altre importanti aree del funzionamento.

Fonte: American Psychiatric Association (1994)

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...